Mela zuccherina: proprietà e potenzialità antitumorali

Torna a Blog
mela zuccherina annona squamosa albero ramo

Mela zuccherina: proprietà e potenzialità antitumorali

La mela zuccherina (Annona squamosa) è un frutto originario delle zone tropicali dell’Asia e dell’America: uno studio pubblicato su Nature ne ha messo in risalto proprietà antiossidanti, antimicrobiche e antitumorali.

Poco conosciuta in Europa, la mela zuccherina (Annona squamosa) è un frutto originario delle zone tropicali asiatiche e americane: uno studio pubblicato su Nature ne ha confermato alcune proprietà officinali. Diverse ricerche precedenti ne avevano già evidenziato l’azione antiossidante e le potenzialità antitumorali, tanto da far diventare questo esotico alimento un oggetto di studio recentemente attenzionato dalla nutraceutica.  

Un team di ricercatori egiziani ha condotto uno studio in vitro su due varietà del frutto dell’Annona squamosa analizzando i componenti bioattivi contenuti nel seme, nella buccia e nella polpa.

Cosa contiene la mela zuccherina?

Diverse vitamine, minerali e sostanze clinicamente attive, tra cui:

  • potassio;
  • ferro;
  • calcio;
  • rame;
  • magnesio;
  • fosforo;
  • zinco;
  • flavonoidi (soprattutto nell’estratto dei semi);
  • triterpeni;
  • tannini;
  • composti fenolici.

Azione antiossidante

I risultati hanno rivelato le potenzialità antiossidanti degli estratti di mela zuccherina, in particolare nei semi del frutto. Ciò può essere attribuito al maggior accumulo di polifenoli e flavonoidi nel seme rispetto alle altre parti della pianta. “È noto che gli antiossidanti svolgono un ruolo cruciale nella prevenzione del cancro e di altre malattie legate allo stress ossidativo”, aggiungono gli autori. 

Azione antimicrobica

Gli studiosi hanno testato l’attività antimicrobica degli estratti di buccia, semi e polpa delle due varietà di Annona contro sei microrganismi patogeni tra cui Escherichia Coli, Bacillus subtilis e Candida albicans. Nel complesso, gli estratti della buccia e dei semi hanno mostrato una migliore attività antimicrobica rispetto agli estratti di polpa, il che potrebbe essere dovuto alla maggiore concentrazione dei principi attivi in queste due parti del frutto. Estratti che, suggeriscono gli autori, “potrebbero essere utilizzati per sviluppare alcuni prodotti alimentari funzionali con funzione antibatterica.

Potenzialità antitumorali

Gli estratti di mela zuccherina hanno manifestato la capacità di indurre l’apoptosi delle cellule tumorali testate nella sperimentazione. Nello specifico, gli studiosi hanno valutato l’azione degli estratti di Annona squamosa sulle cellule tumorali del colon, della prostata, del fegato e del seno.  

L’apoptosi è stata valutata utilizzando la colorazione nucleare, l’analisi citometrica a flusso e l’immunoistochimica del marker di proliferazione. “Entrambi gli estratti di semi, Annona b. e Annona h., hanno mostrato un’espressione di mRNA significativamente down-regolata di Bcl-2 e p53 up-regolata in tutte le linee cellulari trattate” sostengono gli autori. 

Sono necessari ulteriori studi in vitro per determinare il meccanismo antitumorale dettagliato”, concludono i ricercatori.

FONTE: Nature

coohesion logo

LEGGI ANCHE: Castagno cinese e proprietà anti-fatica

LEGGI ANCHE: Tamarindo e proprietà immunostimolanti: lo studio

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna a Blog